La Direzione Organizzativa di SetUp Contemporary Art Fair si avvale di figure professionali esterne che decretano, insieme al Comitato di Direzione, i vincitori del Premio SetUp.
Il Comitato Scientifico dell’edizione 2017 è composto da Diego Bergamaschi e Silvia Evangelisti.

Diego Bergamaschi

DIEGO BERGAMASCHI

Perché SetUp?

Ho accolto con emozione ed entusiasmo la richiesta di partecipare al Comitato Scientifico di SetUp 2017 perché credo che l’arte abbia più che mai bisogno di mondi di innovazione e di sperimentazione. Innovazione non solo nei display artistici ma anche, e soprattutto, nei format fieristici; così come sperimentazione non solo di ricerche culturali, ma anche di coraggiosi punti di vista differenti. Spero che la mia passione mi guidi nel poter cogliere gli spunti che questa occasione mi offrirà.

 

Bio

Funzionario nel settore della finanza corporate, una quindicina di anni fa trasforma la sua passione per le arti visive antiche e moderne in collezionismo di arte contemporanea. Oltre alla propria ricerca, alla creazione ed arricchimento di una personale collezione d’arte, dal 2014 ricopre l’incarico di Vice Presidente nel Consiglio Direttivo degli Amici di GAMeC Bergamo, Club GAMeC. Nel 2015 ha fondato insieme ad altri sei collezionisti Seven Gravity Collection
con lo scopo di promuovere il media video nel’ arte contemporanea e di costruire una coerente collezione di video di giovani artisti internazionali.

Silvia Evangelisti

SILVIA EVANGELISTI

Perché SetUp?

Ancora SetUp!
SetUp perché è una fiera fresca e in continuo movimento, edizione dopo edizione.
SetUp perché è un luogo libero, dove poter osservare il lavoro delle giovani generazioni europee, e magari fare qualche scoperta interessante.
SetUp perché la curiosità mantiene la mente giovane e all’erta.
SetUp perché non è una fiera come tante, ma ha sapore, colore, carattere.
SetUp perché l’ho vista nascere e crescere bene, e questa è una grande soddisfazione.
SetUp perché…..chi la visita capisce il perché. E tornerà alla prossima edizione.

 

Bio

Laureata in Lettere moderne con tesi in Storia dell’arte contemporanea, nel 1989 consegue il Dottorato di Ricerca in Storia dell’arte. Dal 1986 al 2015 è docente di Storia e metodologia della critica d’arte all’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Nel 1988 comincia la collaborazione con Arte Fiera di Bologna, prima in qualità di consulente e poi, dal 2003 al 2012, come Direttore Artistico.
Dal 1983 al 2004 è corrispondente de “Il Giornale dell’arte” (Umberto Allemandi Editore, Torino).
Svolge attività di lezioni e conferenze sui temi dell’arte moderna e contemporanea presso istituzioni pubbliche e private sia in Italia che all’estero.
Dal 2005 al 2009 è membro della Commisione Unicredit per l’Arte.
Nel 2012 viene chiamata, per chiara fama, a ricoprire l’insegnamento Avanguardie e Neoavanguardie al Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna, incarico che tiene tutt’ora.